Lòm a Merz: fuochi magici nelle Romagne

Da martedì 26 febbraio a domenica 3 marzo: per custodire un rito, un dono, una tradizione. Apertura a Villa Corte di Brisighella
Grandi falò in Romagna attorno ai quali si svolgeranno oltre 40iniziative e incontri sulla tradizione e la cultura contadina romagnola, fra balli, spettacoli, mostre mentre sarà possibile degustare vini e cibi tipici dell’ enogastronomia locale. Ad animare le serate ci saranno scrittori, cuochi, sommelier, maestri artigiani, cantastorie, antropologi.

La grande apertura è quella di martedì 26 febbraio a partire dalle ore 16 fino a sera inoltrata. Scenografia suggestiva dell’evento d’inaugurazione sarà Villa Corte di Brisighella dove verrà aperta una parentesi dedicata alla solidarietà. Durante la serata verrà richiamata l’attenzione, a quasi un anno dal sisma, sul territorio emiliano sconvolto dal terremoto, presentando i ristoranti e le botteghe storiche che operano in quelle zone.
Non a caso ospiti di eccezione saranno gli chef dell’osteria “La Lanterna di Diogene” di Bomporto (Modena), realtà gestita dai ragazzi della Cooperativa sociale “Lanterna di Diogene” che si occupa di giovani con differenti abilità, e i produttori aderenti all’iniziativa “Ristoranti Aperti”. Un’iniziativa, quest’ultima, promossa da “CheftoChef emiliaromagnacuochi” che sensibilizzeranno ed inviteranno i partecipati a recarsi a mangiare o a comprare prodotti nelle zone terremotate.
Programma della serata di apertura:
Ore 16: Accoglienza e merenda
laboratorio di educazione alimentare condotto da Daniele De Leo
visita guidata alla mostra “Lunario e Sapori delle Romagne” e alla villa, sarà presente l’artista Egidio Miserocchi autore dei dipinti eseguiti con tecnica ad “encausto”
a seguire
il “fulesta” raccontastorie Sergio Diotti che reciterà favole per bambini;
i musicisti Roberto Bartoli e Paola Sabbatani che canteranno attorno al fuoco.
“A l’Infèran”, la vera storia della Divina Commedia dove si dimostra che l’originale del poema è stato composto in dialetto romagnolo con Giuseppe Bellosi
Ore 20: cena Emozioni e Sapori dell’Emilia Romagna…
il cibo che ci unisce… il cibo che ci divide… il cibo che ci consola… le arzdore dell’associazione il Lavoro dei Contadini e chef Giovanni Cuocci della Lanterna di Diogene di Bomporto Modena, area colpita dal sisma, cucineranno insieme i sapori della tradizione emiliano-romagnola.
L’edizione 2013 dei “Lòm a Merz” vede, tra gli altri, la partecipazione delle condotte di Ravenna, Godo e Faenza di Slow Food Emilia Romagna.
Programma completo della manifestazione su http://www.illavorodeicontadini.org
Per informazioni: illavorodeicontadini@libero.it – tel. 331.4428484.
Le “focarine” di Lòm a Mèrz saranno presenti nei campi vicino alle case nel circondario dei comuni di: Bagnacavallo, Brisighella, Casola Valsenio, Faenza, Imola, Modigliana, Ravenna (Gambellara, Ragone, San Pietro in Campiano, Sant’Alberto, Savarna), Riolo Terme, Russi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...