CARI AMICI VICINI E LONTANI-XX Festival di Musica Popolare di Forlimpopoli

XX FESTIVAL DI MUSICA POPOLARE di FORLIMPOPOLI
24/29/30/31 AGOSTO 2014

Locandina FESTIVAL2014

CARI AMICI VICINI E LONTANI
Vent’anni di Follie

Nel suo ventennale la rassegna Forlimpopolese vuole dedicare l’attenzione ad un campione dei tantissimi musicisti che hanno amichevolmente invaso i palchi e le aule gestite dalla Scuola di Musica Popolare regalando alla città (ed alla Scuola) il proprio sapere e la propria arte ed ai tanti incontrati ”sulle strade del folk”.

 

Programma

DOMENICA 24 AGOSTO 2014

TURISMO RURALE “LA NUOVA BROCCA”

Via Ceppareto n. 15 47014 Meldola (FC)

Ore 6:24 (al sorgere del sole)

L’Alba del Festival

SFERASONORA
Sounds of Meditations in the rising sun

 

Sferasonora ­Sounds of Meditations­ è un nuovo progetto realizzato ed eseguito da Filippo Fiorini e Stefano Muccini. E’ una vera e propria performance che si colloca a metà strada tra un concerto e una meditazione. Infatti Filippo e Stefano portano le tecniche del massaggio sonoro in una situazione live dove le sonorità prodotte lasciano la scelta all’ ascoltatore di percorrere ad occhi chiusi, assumendo una posizione rilassante e perchè nò anche stesi, un viaggio interiore, o “semplicemente” scoprire e gustare le sonorità che prendono vita da questo progetto. Il Didjeridoo e le Campane Tibetane sono gli strumenti protagonisti, ma vengono utilizzati anche bastoni della pioggia, shruti box, barre armoniche, tamburi bassi e…

 

Programma: concerto con di seguito il buffet. Ingresso su prenotazione
Info e prenotazioni colazione: Cellulare 349 3701772
righialessia@gmail.com

A TUTTI GLI INTERVENUTI VERRà OFFERTO UN INVITO RIDUZIONE PER I CONCERTI FORLIMPOPOLESI DEL 30 E 31 AGOSTO!

 

 

VENERDì 29 AGOSTO
ROCCA DI FORLIMPOPOLI
ore 21,15

Aspettando il Festival in Arena

Come oramai da tradizione, il Festival di Musica Popolare propone una programmazione cinematografica di film scelti sulla base del tema del festival stesso e/o ispirati da un’importante impronta musicale.

 

ALABAMA MONROE di Felix van Groeningen (2013)

ATTORI: Johan Heldenbergh, Veerle Baetens, Nell Cattrysse, Geert Van Rampelberg, Nils De Caster, Robbie Cleiren, Bert Huysentruyt, Jan Bijvoet

DURATA: 111 Min

Elise è una tatuatrice che ha inciso sul corpo la propria storia, cancellando via via i nomi degli uomini che ha amato per coprirli con nuovi tatuaggi. Didier è un cantante di musica bluegrass che suona il banjo in un gruppetto belga innamorato del mito dell’America rurale. Quando si incontrano, è amore a prima vista e il riconoscersi reciproco di due outsider nel Belgio conformista e ordinato. Ad unirli indissolubilmente, oltre all’attrazione profonda, è l’amore per la musica. E per la prima volta nella loro vita Elise e Didier, che si credevano destinati alla precarietà dei sentimenti, decidono di impegnarsi fino in fondo, mettendo al mondo la figlia Maybelle. Ma anche il più eterno dei vincoli può essere reversibile, e i due innamorati lo scopriranno a proprie spese.

 

CIRCOLA ARCI I BEVITORI LONGEVI
VIA DEL CASTELLO, 38 FORLIMPOPOLI
Ore 22:30
Ingresso Gratuito

DANIELE CONTARDO “CONTADOR” FEATURING NICA MAMMÌ

in

(#2RR) Due Ruote di Resistenza – alla ricerca del popolo che manca

La rivoluzione è come la bicicletta: se non resta in movimento, cade. Resistenza non solo nelle parole, nei contenuti, ma nella forma e nel linguaggio musicale.

Dalle ballate epico-liriche del repertorio del Piemonte, regione-ponte con la Francia, l’Europa e il Mediterraneo, si snoda la riflessione satirica tra le frontiere, le(apparenti) differenze e le similarità di bisogni, desideri, rivendicazioni. Nell’antichità il giullare faceva da collegamento tra le contrade, portava le notizie. Oggi che la musica è polverizzata nella cloud e le notizie volano in un tweet, è compito del giullare riannodare i fili della memoria storica. Tra immediatezza e approfondimento.

• W Marx*! W Lennon!

◦ La leggenda, l’epopea e il paradosso del rock, musica di liberazione per eccellenza. Le canzoni del Giullare del rock’n’roll (il quattrocchi di Liverpool che scriveva favole come Lewis Carroll), di Jimi, dei Clash, dei Bob (Dylan e Marley) sono scarnificate dall’organetto nella loro essenzialità, nel loro farsi narrativa popolare ma senza perdere un’oncia di energia, più vicine e attuali che mai.

AL TUTTI GLI INTERVENUTI CHE CONSUMERANNO VERRà OFFERTO UN INVITO RIDUZIONE PER I CONCERTI IN ROCCA DEL 30 E 31 AGOSTO!

 

SABATO 30 AGOSTO
ROCCA DI FORLIMPOPOLI
alle ore 21,00
Ingresso: Intero 8 euro ridotto:6 euro

ENSEMBLE ONI WYTARS

La Follia

 

Circa 500 anni fa fu pubblicato il famoso libro “Elogio della follia” di Erasmo da Rotterdam.

In questo saggio, la Follia è celebrata in modo divertente e virtuoso, illustrata mirabilmente come una dea benevola che ha ispirato la razza umana da tempo immemorabile, proteggendola dalle amarezze della vita. Non c’è genere musicale che più si avvicini a questa visione del mondo e lo esprima con maggiore precisione della Follia.

Chiamato anche Folia, si tratta di una forma di composizione che dal XV secolo in poi ha vissuto un vero e proprio trionfo nella storia della musica occidentale. Centinaia di compositori hanno avuto il coraggio ed il piacere di avvicinarsi alla Follia – non vi è pressoché alcun autore famoso che non abbia firmato almeno una composizione che porti questo nome. E’ una costante tentazione, una dipendenza: ogni nuova variazione vorrebbe – nel senso più stretto del termine – essere più pazza della precedente. L’elenco delle composizioni ba sa te sul tema della Follia è davvero lungo e impressionante e si estende dall’epoca della musica rinascimentale fino ad arrivare al pop e al rock dei nostri giorni.

Per l’ensemble Oni Wytars si tratta ancora una volta di un sacco di buone ragioni per riallacciarsi ad un’ininterrotta,

antica, tradizione, ornarla di nuove sfaccettature, sonorità e ripresentarla con un look fresco ed innovativo, introducendo

così il pubblico odierno al mondo della Follia, una realtà musicale in costante evoluzione e reinvenzione.

Un’impressionante collezione di esotici e antichi strumenti come la ghironda barocca, la viola a chiavi, la chitarra

battente, l’arpa doppia, le cornamuse polifoniche, il cornetto, l’or ga no, la viola da gamba e le più disparate percussioni, si abbina alla voce singolare e non convenzionale dei cantanti, dando vita a testi talvolta totalmente assurdi

pescati dal Barocco mediterraneo. Follie di maestri anonimi si mescolano con canzoni popolari per poi tuffarsi nelle composizioni strumentali di Vivaldi e Corelli in un’immersione così profonda da ammorbidire i confini tra i generi musicali, un’immersione che sa spingersi fino al punto di invitare i grandi compositori ad ascoltare queste nuove variazioni con un sorriso sulle labbra. La musica si libera dalle dolci catene della letteratura e del repertorio noto, reinventa se stessa e fiorisce, insieme con la poesia, in un vero e proprio fuoco d’artificio musicale pieno di improvvisazione, virtuosismo, gioia, immaginazione e ovviamente … Follia!

 

DOMENICA 31 AGOSTO
ROCCA DI FORLIMPOPOLI

 Ore 18.00
Centro Culturale Polivalente
Piazza Fratti
Ingresso gratuito

SEDUZIONI FISCHIANTI
Il fischietto tra ritualità, arte popolare ed espressione moderna.
Incontro / conferenza con Fabiano Sportelli.

A TUTTI GLI INTERVENUTI VERRà OFFERTO UN INVITO RIDUZIONE PER I CONCERTI IN ARENA DEL 30 E 31 AGOSTO! 

alle ore 21,00
Palco centrale
Ingresso: Intero 8 euro ridotto:6 euro

ANDREA CAPEZZUOLI E COMPAGNIA

Andrea Capezzuoli e Compagnia, gruppo fondato a Milano nel 2006, in sette anni di attività è diventato un riferimento per la scena folk italiana.

Storie, leggende, canzoni, ballate, danze del nord Italia vengono “condite” con suoni, melodie e ritmi provenienti da diverse regioni d’Europa e d’America: dal romanticismo della mazurka francese all’energia travolgente del reel del Québec. Una musica di contaminazione tra folk e jazz, tra tradizione e innovazione, che coinvolge, cattura il pubblico e lo trascina in un viaggio sonoro e ludico ricco di energia e complicità, caratterizzato dalla gioia tipica della festa e dal piacere della buona musica: organetti, sax, pianoforte, chitarra, violino e voci accompagnati dal battere dei piedi (podoritmia), la percussione tipica che dona un tocco unico a questo sound.

 

alle ore 22,00
Palco centrale

MARCO AMBROSINI & JEAN-LOUIS MATINIER

Inventio

MARCO AMBROSINI
nyckelharpa

JEAN-LOUIS MATINIER
accordeon

 

Estratto dall’album appena pubblicato dalla prestigiosa Casa Discografica ECM, notissima a tutti gli appassionata di jazz e musica contemporanea per la qualità delle sue proposte, Inventio è un concerto che raccoglie preziose gemme musicali composte ed arrangiate dal famoso duo che mostra tutte le sue qualità musicali più note e al contempo ne rivela una quantità sorprendente di nuove e inaspettate. Il risultato dell’innovativa collaborazione è semplicemente travolgente.

Le loro composizioni coprono ogni forma di espressione, da duetti da camera di una fiabesca e meditativa intimità a brani di grande forza ritmica e sonora.

Questo programma è ispirato dalle sonate barocche di H.F.Biber e di J.S.Bach ma anche dalle struggenti melodie di G.B.Pergolesi, dalle sonorità meditative dei fiordi norvegesi fino ad arrivare a

dirompenti patterns ritmici.

Improntato sull’invenzione, e quindi sull’improvvisazione, la ricerca e l’innovazione, si sviluppa in un percorso musicale che mano a mano va a toccare i più disparati stili musicali – dalla musica antica a quella contemporanea d’avanguardia.

Il virtuosismo di entrambi i musicisti conduce a sempre nuove cime di espressività musicale accoppiate alle sonorità inusuali dei due strumenti, nello stesso tempo arcaiche ed avanguardistiche: nyckelharpa e accordeon, un’accoppiata tanto inusuale quanto la musica di questo programma.

 

Jean-Louis Matinier (* 1963 in Nevers, Francia) è uno dei migliori e piu conosciuti interpreti di fisarmonica nella musica contemporanea e nell’ambito del Jazz.

Matinier, dopo aver studiato musica classica, si dedica al jazz e ad altre forme di musica contemporanea. Dla 1989 a 1991 si esibisce con l’Orchestra Nazionale di Jazz (Parigi).

La sua tecnica interpretativa è fortemente influenzata dagli ideali sonori del jazz europeo, abbinata ad un totale rispetto della prassi esecutiva tradizionale della fisarmonica.

Le sue composizioni sono ricche di idee e di svariati ed estroversi utilizzi del suo strumento.

 

Nato musicalmente come violinista classico, “cervello in fuga” in Austria e Germania da ormai un trentennio, Marco Ambrosini è uno dei più importanti suonatori di nyckelharpa del mondo.

Con questo strumento si è esibito, come solista, alla Scala di Milano, per la Royal Swedish Concert Agency, all’Opera di Francoforte, alle filarmoniche di Colonia, Berlino, Mosca…

E’ membro di alcuni frà i più importanti consort europei di musica antica ma ha anche partecipato, con Carlo Rizzo, Jean-Louis Matinier, Valentin Clastrier e Michael Riessler, ai più importanti festival jazz d’Europa.

Nel suo curriculum, produzioni radio, televisive e discografiche (oltre 150) alcune delle quali prodotte dalle prestigiose ECM e SONY/Deutsche Harmonia Mundi.

 

WORKSHOP

Forlimpopoli

Mercoledì 27 Agosto 2014 Dalle 10 alle 13, dalle 15 alle 18

Giovedì 28 Agosto 2014 Dalle 10 alle 13, dalle 15 alle 18

 

CANZONI E RITMI EBRAICO-SEFARDITI

Corso combinato di Frame Drums e Canto

Docenti: Jule Bauer e Katharina Dustmann

 

L’età d’oro delle “tre culture” è stato chiamato il periodo di coesistenza pacifica tra musulmani, ebrei e cristiani nella penisola iberica.

Lo scambio che ci fu e la mescolanza di culture così diverse produssero nel campo dell’arte un’incredibile e affascinante varietà di espressione, che si rispecchiarono anche e soprattutto nella musica.
È quasi impossibile determinare l’origine esatta dei brani..

Romanceros spagnoli, canti sacri e liturgici, Maqam turchi, le canzoni dei trovatori e ritmi più disparati provenienti dai Balcani e dal Medio Oriente, la musica Arabo-Andalusa e l’utilizzo di numerose lingue per i testi cantati contribuiscono alla bellezza di questa musica.

Attingendo a questo affascinante repertorio abbiamo selezionato per questo corso alcune canzoni e ritmi e vorremmo invitarvi a seguirci nella sperimentazione di questa ricchezza di suono, assaporando la varietà del repertorio ebraico-sefardita con i suoi ritmi trascinanti e la sua tradizione secolare .
Questo corso è adatto anche a principianti e non sono richieste speciali conoscenze di teoria musicale.
Su richiesta saranno resi disponibili alcuni strumenti in prestito (tamburi a cornice).

Durante lo svolgimento dello stage verranno trattate non soltanto le tecniche vocali ma anche le tecniche di accompagnamento ritmico dei brani, per portare in primo piano la bellissima interazione del canto e della percussione.

 

Docenti:
Katharina Dustmann: http://www.dustmann.de
Jule Bauer: http://www.julebauer.de
A TUTTI GLI INTERVENUTI VERRà OFFERTO UN INVITO RIDUZIONE PER I CONCERTI FORLIMPOPOLESI DEL 30 E 31 AGOSTO!

 

Forlimpopoli
Sabato 30 Agosto 2014
Centro Culturale Polivalente – Piazza Fratti
Ore 18.00

LA VOCE DELLA TERRA
Laboratorio gratuito di modellazione di fischietti in terracotta a stampo e di tradizione aperto a tutte le età.

A cura di Fabiano Sportelli
I partecipanti potranno lasciare le proprie realizzazioni per farle cuocere in forno e recuperarle in seguito.

 

 

DURANTE IL FESTIVAL
Forlimpopoli, Centro Culturale Polivalente, Piazza Fratti
29/30/31 agosto dalle 20,00 alle 24,00

 

MOSTRE
In collaborazione con Ass. Cult. Me. Cu. Ma.

 

CERAMICHE D’ARTE SONORAdi Fabiano Sportelli
Fischietti in terracotta

“S’imitaron le voci dei vaghi cantori de l’aria prima assai che gli umani potessero armoniche note modulare nel canto e dolce blandire degli orecchi e per le vuote canne di Zefiro i sibili prima mosser gli agresti a dar di fiato entro cave zampogne”

Lucrezio

 

LA SCUOLA ED IL FESTIVAL DI MUSICA POPOLARE
1986 / 2014 XXVIII anni di internazionalismo

a cura di Marco Tadolini

All’interno del XX Festival di Musica Popolare di Forlimpopoli
gli artisti di Me.Cu.Ma. saranno presenti con una esposizione collettiva dei loro lavori presso i camminamenti della rocca,
nelle serate del 29/30/31 agosto 2014
orari: tutti i giorni dalle ore 21.00 in poi

artisi in esposizione:

Bicio (Massimo Neri)
Enrico Garoia
Eleonora Baiardi
Fulvio Mordenti
Manuela Morelli
Elisa Lodato

 

 

METTI IN CIRCOLO CULTURA 2014

In collaborazione con Cinema Teatro Verdi
JCE NETWORK FESTIVAL
MAF – Museo Archeologico T.Aldini
Fondazione Ravenna Antica

 

Acquista un ingresso presso l’Arena Cinema Verdi di Forlimpopoli http://www.cinemaverdi.it/

durante tutta la programmazione dell’Arena e conserva il biglietto.
Presentandolo alla biglietteria del JCE Network Festival e del festival di Musica Popolare, avrai diritto ad un ingresso ridotto

Conserva il biglietto del Festival di Musica popolare, presentandolo alla biglietteria del « Cinema Verdi » di Forlimpopoli avrai diritto ad un ingresso ridotto.

Conserva il biglietto del Festival di Musica popolare , ti darà diritto ad un ingresso ridotto al MAF – Museo Archeologico T.Aldini alla tariffa ridotta di 2€ anzichè 4 € ed ad un ingresso cumulativo ridotto a 5 € anzichè 7 € ai 3 siti gestiti dalla Fondazione Ravenna Antica che si trovano a Ravenna: Domus dei Tappeti di Pietra,Museo del Mosaico TAMO, Cripta Rasponi e Giardini Pensili (per info:www.ravennantica.it)

 

Conserva il biglietto del MAF – Museo Archeologico T.Aldini e dei 3 siti gestiti dalla Fondazione Ravenna Antica che si trovano a Ravenna: Domus dei Tappeti di Pietra,Museo del Mosaico TAMO, Cripta Rasponi e Giardini Pensili (per info:www.ravennantica.it)
Presentandolo alla biglietteria del JCE Network Festival e del festival di Musica Popolare, avrai diritto ad un ingresso ridotto

 

I partecipanti al Laboratorio LA VOCE DELLA TERRA, alla Conferenza SEDUZIONI FISCHIANTI ed al Workshop CANTI E RITMI EBRAICO SEFARDITI avranno diritto all’ingresso ridotto ai Concerti del Festival.

 

RISTORAZIONE

Durante le serate del 29/30/31 Agosto sarà attivo in Piazza Garibaldi un servizio di ristorazione gestito dalla PROTEZIONE CIVILE di ForlimpopoliPossibilità di cenare con uno speciale MENU’ FESTIVAL

 

Il Festival di Musica Popolare di Forlimpopoli è organizzato da:
Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli

In collaborazione con:
JCE Network Festival
Scuola Musicale Dante Alighieri di Bertinoro

MAF – Museo Archeologico T.Aldini
Fondazione Ravenna Antica

Circolo Arci I Bevitori Longevi
Protezione Civile Forlimpopoli
Associazione Me.Cu.Ma Forlimpopoli
Cinema Teatro “Verdi” Forlimpopoli (Gestione Vitali)
Fammi un Fischio
Percorsi di entusiasmo in Romagna
Turismo Rurale La Nuova Brocca

 

Direzione artistica:

Marco Bartolini, Marco Tadolini
per Scuola di Musica Popolare Forlimpopoli

Media partner:
MEI SUPERSOUND 2.0
LA MUSICA NELLE AIE – CASTEL RANIERO FOLK FESTIVALInfo e programmi dettagliati: http://www.musicapopolare.nethttp://www.bertinoromusica.it

e-mail: musicapopolare@alice.it

tel: +39 338 3473990 – +39 0543 444621

Skype: musicapopolare

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...